Come diventare giornalista sportivo

Intervista sport

Amate lo sport e vorreste diventare giornalisti sportivi di successo? Bene, se vi piace il calcio, il basket, il tennis e tutti gli altri sport, questo articolo vi spiegherà come fare per intraprendere questa soddisfacente carriera che vi permetterà di avvicinarvi ancor di più alla vostra passione.

Di seguito scoprirete chi è un giornalista sportivo, cosa fa, e come fare per diventarlo.

Cosa fa un giornalista sportivo?

Non pensiate che basti andare a vedere le partite per diventare un ottimo giornalista sportivo, è un lavoro che richiede anche molti sacrifici, molte doti, come ad esempio una buona capacità di comunicare con gli altri, prontezza e reattività. Ecco dunque di cosa vi occuperete se deciderete di seguire questo vostro sogno:

  • scrivere resoconti riguardanti eventi sportivi o comunque inerenti allo sport
  • intervistare gli sportivi e saper carpire loro il più possibile
  • redigere comunicati-stampa

Come vedete quindi non è un lavoro semplicissimo, spesso richiede continui spostamenti, oltre che la mancanza di un orario fisso. Non vi sono domeniche o feste, il giornalista sportivo lavora sempre e il più delle volte, soprattutto all’inizio, in balia delle condizioni atmosferiche.

Ovviamente ci sono giornalisti sportivi specializzati in ogni sport, ad esempio il pugilato, l’equitazione ecc. starà a voi scegliere quale sia la vostra strada.

Come diventare giornalista sportivo?

Come è ovvio per fare il giornalista sportivo serve una preparazione di base. Non basta saper scrivere e conoscere a memoria le formazioni del campionato, bisognerà avere una buona cultura di base oltre che la formazione necessaria. Si inizierà con un diploma adeguato alla professione, che dia una buona preparazione linguistica (ottimo il Liceo Linguistico dato che permette di imparare più lingue, cosa molto utile in questo ambito). Dopodiché bisognerà iscriversi all’università. Perfette le facoltà umanistiche (come Lettere e Filosofia) oppure nell’ambito delle telecomunicazioni, che porteranno ad avere la cultura necessaria per intraprendere questa carriera. Un master in giornalismo completerà il percorso di studi.

Tutto questo è indispensabile per riuscire al meglio in questo lavoro, avrete basi di diritto, economia e un’ottima conoscenza dei mezzi di comunicazione.

Iscriversi all’albo dei giornalisti è lo step finale, per diventare professionisti occorre svolgere un periodo di praticantato presso una testata giornalistica e infine superare un esame di stato.

Una volta diventati giornalisti a tutti gli effetti dovrete fare molta gavetta, illudersi che da un giorno all’altro scriveremo per la Gazzetta dello Sport non serve a nulla. Serve impegno e dedizione, forza di volontà e anche una buona dose di fortuna.

Come iniziare a lavorare?

Collaborare con qualche piccola testata all’inizio vi permetterà di imparare a conoscere il mondo del giornalismo e fare esperienza perché solo quella darà la possibilità, in futuro, di poter stare accanto ai grandi del giornalismo sportivo.

Non dimenticate che avrete anche molta concorrenza, è un lavoro svolto da molte persone, spesso ambiziose. I guadagni all’inizio saranno molto bassi, almeno fino a che non vi sarete fatti un nome. Dovrete continuare a perseverare per ottenere dei grandi risultati.